I nuovi record USA sono arrivati cosa spingerà i mercati ancora più in alto?

OrsoeToro > News > I nuovi record USA sono arrivati cosa spingerà i mercati ancora più in alto?
I nuovi record USA sono arrivati cosa spingerà i mercati ancora più in alto?

I nuovi record USA sono arrivati cosa spingerà i mercati ancora più in alto?

di Marco Bernasconi
A Wall Street si dice:
“C’è nei mercati una categoria di trader che gode di “eventi rari inversi”, per i quali cioè la volatilità porta spesso buone notizie. Perdono soldi frequentemente ma in piccole somme, e ne guadagnano di rado ma in somme consistenti. Li chiamano “cacciatori di crisi”.
Nassim Nicholas Taleb

Nell’ultima sessione a Wall Street, l’SP 500 è salito del +1,01%. Nel momento in cui scrivo questa analisi i futures statunitensi sono positivi: Nasdaq -0,02%, per l’S&P 500 -0,30% e per il Dow Jones -0,48% circa.

Perché il mercato ha chiuso positivo nell’ultima sessione a Wall Street?

    • • Robert Half International ha chiuso in rialzo di oltre il +7%. Miglior titolo dell’S&P 500 dopo che la società ha riportato un EPS del secondo trimestre di $ 1,33, ben al di sopra del consenso di $ 1,05.
      • Moderna ha chiuso in rialzo di oltre il +7%. Miglior titolo nell’S&P 500 dopo che l’Agenzia europea per i medicinali ha raccomandato la vaccinazione contro il Covid di Moderna per i bambini dai 12 ai 17 anni.
      • Nello stesso settore sono saliti anche PulteGroup che ha chiuso oltre il +3% e Lennar che ha chiuso oltre il +2%.
      • DR Horton ha chiuso in rialzo di oltre il 4% dopo che Wells Fargo ha mantenuto il suo rating di sovrappeso sul titolo e ha affermato che il rapporto sugli utili del terzo trimestre della società ha mostrato ordini trimestrali più deboli del previsto. Wells Fargo ha scritto che le prospettive sono rialziste per il mercato immobiliare per molti altri anni, e DR Horton continuerà a conquistare quote di mercato.
      • Le azioni delle aziende che costruiscono case in USA sono salite.
      • Alphabet ha chiuso in rialzo di oltre il +3%. Nuovo massimo record dopo che Credit Suisse ha mantenuto un rating superiore al titolo e ha aumentato il suo obiettivo di prezzo del titolo a $ 3.350 da $ 2.755.
      • Facebook ha chiuso in rialzo di oltre il +5%. Nuovo massimo record dopo che Credit Suisse ha mantenuto un rating superiore al titolo e ha alzato il suo obiettivo di prezzo sul titolo a $ 480 da $ 400.
      • Dicevo prima che la forza dei titoli tecnologici venerdì ha aiutato il mercato nel suo complesso.
      • Negativo è stato di -4,8 punti calo del PMI servizi Markit di luglio a 59,8, più debole delle attese di 64,5.
      • Rialzista è stato l’inaspettato aumento di +1,0 punti nel PMI manifatturiero Markit degli Stati Uniti di luglio a 63,1, più forte delle aspettative da -0,1 a 62,0 e il ritmo di espansione più rapido dall’inizio della serie di dati nel 2018.
      • I dati economici statunitensi di venerdì sono stati divergenti per il mercato azionario.
      • In Europa i maggiori rendimenti dei Bund tedeschi a 10 anni, hanno anche da parte loro influenzato negativamente i Treasuries. Il rendimento del bund tedesco a 10 anni è aumentato di +0,6 pb a -0,420%. La notizia che ha creato questo rialzo è stata che il PMI composito luglio Markit dell’Eurozona è aumentato di +1,1 a 60,6, più forte delle aspettative di +0,5 a 60,0 e del ritmo di espansione più forte in 21 anni.
      • I Treasuries hanno visto il loro appeal diminuire venerdì, il dato forte nell’attività manifatturiera negli Stati Uniti unito ad un rally dell’S&P 500 che lo ha portato ad un nuovo massimo record, ha ridotto la domanda di Treasuries come rifugio sicuro.
      • Il rendimento del Treasury a 10 anni è aumentato di +0,8 pb chiudendo all’1,286%.
      • Alphabet e Facebook hanno segnato nuovi record.
      • È stato gran parte merito del settore dei titoli tecnologici che ha spinto il mercato nel suo complesso in rialzo venerdì.
      • Oltre l’87% delle società S&P 500 ha superato le aspettative.
      • I risultati stellari degli utili del secondo trimestre hanno spinto il mercato azionario in rialzo.
      • Tutti e tre gli indici USA hanno registrato nuovi massimi storici nell’ultima sessione.

Cosa invece non ha aiutato il mercato nell’ultima sessione?

    • • Intel ha chiuso venerdì in calo di oltre -5% dopo aver previsto vendite per il terzo trimestre di 18,2 miliardi di dollari, leggermente più deboli del consenso di 18,3 miliardi di dollari.
    • • La diffusione della variante delta Covid in tutto il mondo ha costretto a richiudere con lockdowns in alcune regioni dell’Asia e dell’Australia e ha suscitato preoccupazione per un rallentamento della crescita globale. La media di 7 giorni delle nuove infezioni da Covid negli Stati Uniti è salita ad un massimo degli ultimi 3 mesi di 44.057 casi.
    • • Le infezioni da Covid in Francia sono più che raddoppiate nell’ultima settimana e la Corea del Sud ha esteso le restrizioni dopo che i nuovi casi di Covid hanno segnato un nuovo record.
    • • Il mercato azionario statunitense ha sulla sua testa alcuni possibili fattori negativi:
    • 1. le nuove proiezioni trimestrali della Fed che mostrano che 13 dei 18 membri vedono un aumento dei tassi entro la fine del 2023, rispetto ai 7 di marzo,
    • 2. il recente salto del rendimento del T-note a 10 anni a un massimo di 16 mesi,
    • 3. le tensioni commerciali e tecnologiche tra Stati Uniti e Cina,
    • 4. i rischi geopolitici da Iran, Corea del Nord e Venezuela.

I nuovi record USA sono arrivati cosa spingerà i mercati ancora più in alto?

La mia opinione ed il mio punto sul mercato oggi.

I mercati asiatici questa notte hanno chiuso in maniera divergente anche se il mercato azionario ha raggiunto nuovi record a Wall Street venerdì.
In Asia vivono una realtà ben diversa dall’occidente con l’interruzione a breve termine di alcune attività che continuerà probabilmente fino a quando l’ultima ondata di infezioni COVID-19 non sarà passata e le restrizioni emanate non saranno revocate
Il mercato USA è rimbalzato perché le grandi aziende hanno riportato profitti migliori del previsto e perché gli investitori hanno visto ancora una volta qualsiasi calo delle azioni come una semplice possibilità di comprare a basso costo.
Nonostante un rimbalzo nei nuovi casi di coronavirus, l’economia statunitense continua a recuperare ad un ritmo super.
Un rapporto preliminare di IHS Markit venerdì ha indicato che la crescita manifatturiera degli Stati Uniti ha accelerato inaspettatamente in luglio, anche se la crescita nel settore dei servizi sembra rallentare più di quanto gli economisti si aspettassero.
Il rendimento del Treasury a 10 anni vale ora circa 1,234%. Alla fine di marzo valeva l’1,75% riflettendo la paura per l’aumento dell’inflazione.
Siamo a circa il 25% della reporting season dell’S&P 500, e quasi il 90% delle società ha superato le già alte aspettative di Wall Street per la primavera.
Le aziende dell’indice sono in linea per riportare circa il 74% di crescita dei guadagni nel secondo trimestre da un anno prima.
Questa sarebbe la crescita più potente dalla fine della crisi 2009.
Le aziende dell’S&P 500 a questo ritmo dimostrano che hanno fatto 124 dollari di profitto per ogni 1.000 dollari di vendite.
Questo dato sarebbe un leggero calo rispetto ai 128 dollari dei primi tre mesi dell’anno, ma sarebbe sopra la media di 108 dollari degli ultimi cinque anni.
Per verificare la qualità del mio lavoro vi consiglio di visitare la mia pagina statistiche

I livelli dei 3 maggiori indici americani dopo l’ultima sessione di borsa sono:

    • • Il Dow Jones è salito di 238,20 punti a 35061,56 per un +0,68%. Nuovo record storico.
      • Il Nasdaq 100 ha guadagnato 171,63 punti, o +1,15%, a 15111,63. Nuovo record storico.
      • L’S&P 500 è salito di 44,31 punti a 4.411,80 per un +1,01%. Nuovo record storico.

L’indice Russell 2000 rappresentativo delle small-cap ha guadagnato il +0,45%, adesso vale 2.209,41.
Il rendimento del Treasury a 10 anni, che influenza direttamente i tassi di interesse sui mutui e altri prestiti al consumo, ha chiuso a 1,244% dall’1,283% del giorno precedente.
Il valore dell’oro dal minimo di marzo di 1680$ dollari l’oncia ha guadagnato 128$ ed adesso si attesta sui $1808 dollari.
Il prezzo del greggio americano è sceso di 47 centesimi chiudendo a 71,60 dollari al barile.
L’indice di volatilità VIX S&P 500 è sceso chiudendo a 17,27 scendendo ulteriormente dal massimo degli ultimi 2 mesi di 25,09. Ora si trova molto distante dal minimo di 14,10 registrato il 29 giugno.

Contattaci








    Abbonandosi ai servizi Lei conferma di essere a conoscenza che, orsoetoro.com è un media di informazione online e non un servizio di consulenza finanziario personalizzato per Lei o per altri singoli soggetti.

    Le comunicazioni di orsoetoro.com, sia all’interno del website che inviate tramite messaggistica e/o e-mails, sono dunque da ritenersi non personalizzate per Lei o per altri singoli soggetti, ma pensate, scritte ed inviate ad un pubblico indistinto.

    Orsoetoro.com non è, e non opera quindi, come consulente finanziario e nessun messaggio o comunicazione che Le arriverà deve essere intesa come stimolo all’investimento e/o consulenza finanziaria. L’esecuzione eventuali di investimenti, che Lei dovesse porre in essere dovranno, pertanto, essere fatti sotto la supervisione di un professionista di Sua fiducia iscritto all’apposito Albo, e saranno quindi a suo completo rischio, non assumendo Orso e Toro alcuna responsabilità al riguardo.

    L’operatività descritta, che riceverà tramite messaggi Telegram, Whatsapp, YouTube video o qualunque altro mezzo o accesso ad un’area riservata del sito, è proposta in maniera teorica e a scopo divulgativo circa il funzionamento dei mercati finanziari.
    Le comunicazioni divulgative riguarderanno:

    • Tecniche e strategie.
    • Controllo dell’emotività decisionale.
    • Piano di disciplina.
    • Piano di riduzione del rischio.
    • Trailing stop (Stop in movimento ) e targeting (obiettivi).

    Aderendo, Lei conferma di essere a conoscenza che l’abbonamento alla messaggistica di “orsoetoro.com” non costituisce in alcun modo raccomandazione di comprare o vendere un titolo o asset finanziario.

    La Sua eventuale decisione di effettuare o meno un acquisto di un titolo o asset finanziario deve essere basata sulla vostra personale responsabilità e su una attività di investigazione e di approfondimento di dati e di informazioni relative all’oggetto di una trattativa. Il fine della nostra attività è quello di aiutare a comprendere, in via generale, la convenienza di un affare e di identificarne i rischi e i problemi connessi.

    L’intento di orsoetoro.com è quindi esclusivamente divulgativo e non costituisce stimolo all’investimento e/o consulenza finanziaria.
    Pagando la quota di abbonamento Lei conferma la comprensione della dichiarazione di esclusione di responsabilità di orsoetoro.com per qualunque azione dovesse mettere in essere dopo avere letto, analisi, articoli, grafici, tabelle e qualunque altra forma di comunicazione pubblica o privata proveniente dal medesimo orsoetoro.com.

    Get In Touch

    Latest Posts