Per quanto ancora FED e BCE saranno più potenti dell’inflazione transitoria?

OrsoeToro > News > Per quanto ancora FED e BCE saranno più potenti dell’inflazione transitoria?
Per quanto ancora FED e BCE saranno più potenti dell’inflazione transitoria?

Per quanto ancora FED e BCE saranno più potenti dell’inflazione transitoria?

di Marco Bernasconi

“Volete un consiglio gratis?

Non usate la logica per fare trading.

O almeno non pensate che le vostre idee debbano essere per forza le idee e conclusioni giuste ogni volta perché non è così.

Non dimentichiamoci che alcune nostre idee che ci spingono a comprare, sono le stesse che spingono altri a vendere. Il trading è capire quello che la maggioranza vuole farle e saperlo fare un attimo prima degli altri. Quell’attimo è il mio guadagno…

Questo è quello che faccio io…

Poi analizzo i mercati, le notizie micro e macro ma lo faccio per divertirmi.

Per guadagnare faccio il trading basato sul mio trading system.. Tutto qui”

Marco Bernasconi

Nell’ultima sessione a Wall Street, l’SP 500 è salito del +0,47%. Nel momento in cui scrivo questa analisi i futures statunitensi sono divergenti: Nasdaq +0,03%, per l’S&P 500 -0,02% e per il Dow Jones -0,03% circa.

Perché il mercato ha chiuso leggermente positivo nell’ultima sessione a Wall Street?

  • L’S&P 500 ha stabilito un nuovo record.
  • Il Nasdaq 100 ha raggiunto il massimo delle ultime 5 settimane.
  • Il market mover per le azioni sono stati i segnali di forza nel mercato del lavoro statunitense.
  • Il mercato azionario ha beneficiato anche dell’ottimismo nelle prospettive economiche dopo che la BCE ha alzato le sue previsioni di crescita dell’Eurozona 2021.
  • Ieri un rally dei titoli sanitari e delle aziende farmaceutiche ha spinto il mercato nel suo complesso.
  • Eli Lilly, Bristol-Meyers Squibb e Bio-Rad Laboratories hanno tutti chiuso giovedì di oltre il +3%.
  • Merck & Co., Cardinal Health e West Pharmaceutical Services hanno chiuso tutti in rialzo di oltre il 2%.
  • La forza dei titoli tecnologici ha aiutato il mercato a salire ieri.
  • Adobe e Align Technology hanno chiuso con un +4%.
  • Zoom Video Communications e Illumina hanno chiuso oltre il +3%.
  • com, Marvel Technology e Advanced Micro Devices hanno chiuso tutti oltre il +2%.
  • Il mercato azionario e soprattutto il comparto tecnologico ha beneficiato del supporto ieri del crollo dei rendimenti dei Treasury dopo che il rendimento dei T-note a 10 anni è sceso al minimo di 3 mesi all’1,432%.
  • I Sul fronte macro in positivo, le richieste di disoccupazione iniziali settimanali statunitensi sono scese di -9.000 a un minimo di 14 mesi e mezzo di 376.000, sebbene più deboli delle aspettative di 370.000.
  • Le prospettive di crescita globale sono migliorate e spingono i mercati azionar.
  • La BCE giovedì ha aumentato le sue previsioni sul PIL dell’Eurozona 2021 al 4,6% dal 4,0%.
  • il presidente della BCE Christine Lagarde ha affermato che i rischi di crescita nell’Eurozona sono ora “ampiamente bilanciati” e che è più ottimista sulle prospettive rispetto a tre mesi fa. Ha aggiunto che le pressioni sui prezzi sottostanti “rimangono contenute” e che la debolezza e un euro più alto hanno smorzato le pressioni inflazionistiche.

Cosa ha invece penalizzato il mercato ieri?

  • L’IPC di maggio degli Stati Uniti più forte del previsto di giovedì è stato un fattore negativo per le azioni.
  • l’IPC core USA di maggio è aumentato di +0,7% m/me +3,8% a/a, più delle aspettative di +0,5% m/me +3,5% a/a. Il rapporto +3,8% a/a è stato il più grande incremento in 29 anni.
  • Ieri la debolezza del settore delle società di edilizia abitativa è stato un fattore negativo per il mercato nel suo complesso.
  • DR Horton, Lennar e PulteGroup hanno chiuso oltre il -3%. I costruttori di case sono sotto pressione dopo che mercoledì la banca d’investimento RBC Capital Markets ha affermato che l’aumento dei prezzi delle case potrebbe moderare la domanda di abitazioni e potenzialmente esercitare pressioni sui costruttori di case.

Sul mercato azionario continuano sempre a pesare le crescenti statistiche Covid globali.

  • Le nuove infezioni globali di Covid per la settimana terminata il 6 giugno sono state ai minimi da metà marzo a 3 milioni.
  • La media di 7 giorni delle nuove infezioni da Covid statunitensi è scesa a 14.765 venerdì, un nuovo minimo di 14 mesi.
  • A livello globale, le infezioni da Covid sono ora pari a 175 milioni, con decessi che superano i 3.778.000.

La mia opinione ed il mio punto sul mercato oggi:

Ieri l’indice S&P 500 ha segnato un altro record nonostante che i prezzi al consumo negli Stati Uniti a maggio siano aumentati del 5%, si è trattato del più grande aumento su base annua dal 2008 e certamente più di quanto io e non solo io mi aspettassi.

Nonostante questo, il mercato ha reagito positivamente ad altri dati che hanno mostrato un continuo miglioramento del mercato del lavoro. La preoccupazione che il mercato dimostra di non avere per il momento è che se i segni di inflazione persistessero, le banche centrali potrebbero muoversi per ritirare gli stimoli dall’economia per allentare le pressioni sui prezzi. Ma la fiducia degli investitori nella FED e nella BCE li spinge ancora a comprare e a confidare nella posizione tenuta dalla Federal Reserve che l’attuale aumento di inflazione sia transitorio.

Per quanto ancora FED e BCE saranno più potenti dell’inflazione transitoria?

Perché la FED crede che l’aumento sia transitorio?

Una parte significativa dell’aumento di maggio dei prezzi al consumo è stata legata alla vendita di auto usate, che è in gran parte attribuita agli acquisti da parte delle società di noleggio auto che rinforzano le loro flotte spinte dalla domanda di viaggi in aumento.

Dal mio punto di vista e su questo concordo con la FED tornando velocemente ad una piena ripresa economica, stiamo affrontando una domanda repressa e vincoli di offerta dalla carenza di materie prime e di manodopera. Questo crea il tipo di inflazione che la Fed crede sia transitoria.

I livelli dei 3 maggiori indici americani dopo l’ultima sessione di borsa sono:

  • L’S&P 500 è salito di 19,65 punti a 4.239,19 per un +0,47%. Nuovo record storico.
  • Il Dow Jones è salito di 12,47 punti a 34.459,34 per un +0,04%. L’indice ha raggiunto il massimo storico il 7 maggio.
  • Il Nasdaq ha guadagnato 108,58 punti, o +0,78%, a 14.020,33. L’indice ha raggiunto il massimo storico il 26 aprile.

L’indice Russell 2000 rappresentativo delle small-cap ha perso il -0,70%, chiudendo a 2.311,41.

Il rendimento del Treasury a 10 anni, che influenza direttamente i tassi di interesse sui mutui e altri prestiti al consumo, è crollato al minimo dell’ultimo mese a 1,432%.

Il valore dell’oro dal minimo di marzo di 1680$ dollari l’oncia ha guadagnato 221$ ed adesso si attesta sui $1901 dollari.

Il prezzo del greggio americano è sceso di 25 centesimi chiudendo a 70,04 dollari al barile.

L’indice di volatilità VIX S&P 500 ieri ha chiuso a 16,10 avvicinandosi al minimo di 15,15 registrato martedì.

Dopo avere letto questa analisi vi invito a prendere visione delle mie statistiche nel mio sito web orsoetoro.com

Contattaci








    Abbonandosi ai servizi Lei conferma di essere a conoscenza che, orsoetoro.com è un media di informazione online e non un servizio di consulenza finanziario personalizzato per Lei o per altri singoli soggetti.

    Le comunicazioni di orsoetoro.com, sia all’interno del website che inviate tramite messaggistica e/o e-mails, sono dunque da ritenersi non personalizzate per Lei o per altri singoli soggetti, ma pensate, scritte ed inviate ad un pubblico indistinto.

    Orsoetoro.com non è, e non opera quindi, come consulente finanziario e nessun messaggio o comunicazione che Le arriverà deve essere intesa come stimolo all’investimento e/o consulenza finanziaria. L’esecuzione eventuali di investimenti, che Lei dovesse porre in essere dovranno, pertanto, essere fatti sotto la supervisione di un professionista di Sua fiducia iscritto all’apposito Albo, e saranno quindi a suo completo rischio, non assumendo Orso e Toro alcuna responsabilità al riguardo.

    L’operatività descritta, che riceverà tramite messaggi Telegram, Whatsapp, YouTube video o qualunque altro mezzo o accesso ad un’area riservata del sito, è proposta in maniera teorica e a scopo divulgativo circa il funzionamento dei mercati finanziari.
    Le comunicazioni divulgative riguarderanno:

    • Tecniche e strategie.
    • Controllo dell’emotività decisionale.
    • Piano di disciplina.
    • Piano di riduzione del rischio.
    • Trailing stop (Stop in movimento ) e targeting (obiettivi).

    Aderendo, Lei conferma di essere a conoscenza che l’abbonamento alla messaggistica di “orsoetoro.com” non costituisce in alcun modo raccomandazione di comprare o vendere un titolo o asset finanziario.

    La Sua eventuale decisione di effettuare o meno un acquisto di un titolo o asset finanziario deve essere basata sulla vostra personale responsabilità e su una attività di investigazione e di approfondimento di dati e di informazioni relative all’oggetto di una trattativa. Il fine della nostra attività è quello di aiutare a comprendere, in via generale, la convenienza di un affare e di identificarne i rischi e i problemi connessi.

    L’intento di orsoetoro.com è quindi esclusivamente divulgativo e non costituisce stimolo all’investimento e/o consulenza finanziaria.
    Pagando la quota di abbonamento Lei conferma la comprensione della dichiarazione di esclusione di responsabilità di orsoetoro.com per qualunque azione dovesse mettere in essere dopo avere letto, analisi, articoli, grafici, tabelle e qualunque altra forma di comunicazione pubblica o privata proveniente dal medesimo orsoetoro.com.

    Get In Touch

    Latest Posts